Leggere facile, leggere tutti

Una valanga di libri a grandi caratteri in arrivo nelle biblioteche polesane per consentire l’accesso alla lettura ad utenti con difficoltà visive, anziani e dislessici. Li distribuirà il Sistema Bibliotecario Provinciale grazie all’Accordo tra Provincia di Rovigo, ente capofila della rete bibliotecaria polesana, e Biblioteca Italiana per Ipovedenti – B.I.I. Onlus di Treviso, stipulato per l’adesione al progetto “Leggere facile, Leggere tutti”.

Si va dalla narrativa contemporanea, con Ammaniti, Camilleri, Cognetti, Mazzantini, Tani, ai classici come Edgar Allan Poe, Tolstoj, Wilde, Collodi, Capuana Carducci, Fogazzaro, Svevo, Verga, fino agli scritti di Papa Francesco e tanti altri; in tutto circa 60 titoli saranno consegnati in due tranche alle 22 le biblioteche che hanno accettato di ricevere la donazione che implementerà in modo significativo la sezione dedicata alla lettura facilitata e accessibile.

In Italia le persone affette da patologie oculari che conservano un residuo visivo sono il 2,5% della popolazione, percentuale che se sommata a quella della popolazione anziana, pari al 23% del totale, porta a considerare che almeno 1 persona su 4 ha difficoltà a leggere testi scritti nei formati e font standard in uso nel mercato editoriale.

L’aumento della vita media della popolazione comporta un incremento delle malattie invalidanti legate all’età avanzata tra cui appunto le difficoltà visive, che finiscono per escludere larghe fasce della popolazione dall’accesso alla lettura. Leggere è invece una pratica formidabile di allenamento per la mente e soddisfa le esigenze individuali di studio, formazione, informazione, conoscenza e svago a tutte le età.

Font ad alta leggibilità e ingranditi a 16 e 18 punti tipografici, spazi maggiorati tra le singole parole e lettere, elevato contrasto dell’inchiostro, interlinea e margini aumentati, carta opacizzata antiriflesso, sono queste le caratteristiche essenziali dei volumi distribuiti, già inseriti e ricercabili per il prestito gratuito all’interno del catalogo bibliografico polesano grazie al servizio di catalogazione centralizzata del SBP di Rovigo.